La quarantena cambia l’ecommerce. Per sempre.

L’ecommerce? E’ cambiato per sempre! La condizione di quarantena in cui ci troviamo oltre a limitare la nostra libertà e a sconvolgere le nostre abitudini, sta modificando nel profondo il nostro modo di vivere la quotidianità e il rapporto che abbiamo con il mondo digitale. Cambiamenti che lasceranno il segno anche quando, speriamo molto presto, tutto tornerà alla normalità.

 

L’Italia, uno dei Paesi europei meno avvezzi agli acquisti digitali, in poche settimane ha vinto, in modo forzoso, resistenze e pregiudizi verso l’ecommerce che perduravano imperterriti da qualche lustro. L’avversione culturale e quasi genetica dell’italiano medio verso i siti di vendita online è infatti svanita in un solo colpo.

 

Una recente indagine su 200 associati Netcomm ha evidenziato che il 75% delle persone che hanno effettuato acquisti online nelle ultime settimane non lo aveva mai fatto prima. Gli acquisti con carta di credito e wallet elettronici hanno subito una vera e propria impennata. Un evento poco prevedibile, vista la naturale ritrosia del pubblico italiano all’utilizzo della moneta elettronica.

 

Un cambiamento epocale che ridisegna in modo permanente l’ecosistema del commercio, soprattutto quello del retail tradizionale, che ora più che mai deve accelerare il proprio processo di digitalizzazione aprendosi a nuovi canali di vendita, a nuovi clienti, a inedite customer journey.

gw2rt91y
Nessun commento

Scrivi un commento: